Riparte il progetto Carta Bianca di Cereal Docks, dopo due di anni di stop forzato a causa della pandemia l’iniziativa culturale promossa da Mantegna Academy, scuola d’impresa del Gruppo Cereal Docks, ricomincia da una parola chiave: RINASCITA.

Rinascita intesa come narrazione di un periodo fondamentale nella storia della città, il Rinascimento, ma anche come rinascita culturale della città e del territorio che si concretizza nella recente presentazione della candidatura di Vicenza a Città italiana della cultura.

Un fil rouge che unisce passato, presente e futuro e che vede come protagonista l’arte ma anche la capacità di fare impresa, con le tante “Fabbriche” che hanno caratterizzato i secoli trascorsi e i tempi moderni.

Carta Banca dedicherà i primi due incontri del 2021 alla presentazione del secondo appuntamento del ciclo di mostre internazionali per il rilancio della Basilica Palladiana e della città di Vicenza, intitolata: “La fabbrica del Rinascimento. Processi creativi, mercato e produzione a Vicenza”, di cui Cereal Docks Group ha sostenuto l’allestimento all’interno del salone superiore della Basilica Palladiana nell’ambito della campagna Art Bonus. Un appuntamento unico nel suo genere, in programma dall’11 dicembre al 18 aprile 2022, che porterà a Vicenza capolavori dei più famosi musei del mondo come il Louvre, i Musei Vaticani o gli Uffizi.

Il primo incontro si terrà mercoledì 3 novembre alle ore 18.00 e sarà intitolato: “la fabbrica delle arti: pittura, scultura, architettura”. Sul palco della Sala Mantegna, nel quartier generale del Gruppo Cereal Docks in via dell’Innovazione a Camisano Vicentino, Guido Beltramini direttore centro internazionale studi architettura Andrea Palladio e curatore della mostra, parlerà dell’intreccio di quattro grandi artisti famosi in tutto il mondo: l’architetto Andrea Palladio, due pittori come Paolo Veronese e Jacopo Bassano e lo scultore Alessandro Vittoria.

Ad accumunare questi artisti sono innanzi tutto l’arte e lo splendore di Roma antica: Palladio ne studia le rovine e le pone alla base della sua ‘usanza nuova’, riuscendo a far sognare ai suoi committenti di essere gli eredi di quella grandezza. Accanto a lui, e spesso negli stessi edifici, Paolo Veronese, Jacopo Bassano e Alessandro Vittoria, guardano all’arte antica, già assorbita nei capolavori di Raffaello e Michelangelo in un linguaggio che supera le scuole regionali per divenire universale, chiamato da Vasari ‘la maniera moderna’.

Il secondo incontro del progetto Carta Bianca si svolgerà invece mercoledì 1 dicembre alle ore 18.00 e sarà dedicato alla “fabbrica del Rinascimento: mercati e produzione a Vicenza”, con Edoardo Demo, docente di storia economica all’Università di Verona e curatore della mostra che racconterà il Rinascimento della città di Vicenza che la trasformerà, da luogo di provincia, a capitale della cultura grazie all’intreccio tra grandi artisti e imprenditori visionari.

Un racconto che intrecciando capolavori assoluti di pittura, scultura e architettura, accostati a libri, tessuti, oggetti preziosi, arazzi, ci porterà all’interno della sorprendente “fabbrica” del Rinascimento vincentino, raccontando trent’anni dell’eccezionale vita artistica di Vicenza, dal 1550 all’inaugurazione del teatro Olimpico nel 1585.

Gli incontri saranno condotti da Cinzia Zuccon, giornalista. Ad intervallare gli interventi dei relatori le letture di Silvana Russo.

Per accedere all’incontro sarà necessario essere in possesso ed esibire il Green pass in corso di validità o un certificato di esenzione. L’accesso e la permanenza nei siti aziendali sono vietati a tutti coloro che ne risultino sprovvisti o ne rifiutino l’esibizione.

Per informazioni: eventi@cerealdocks.it

 

Leggi l’articolo su Il Giornale di Vicenza