Storia, cifre, prodotti, canali di vendita, strategia industriale, sostenibilità e certificazioni. Questi e molti altri i temi raccontati nel nuovo numero di “Le filiere produttive” realizzato dalla rivista Largo Consumo che nel numero di ottobre presenta tre casi particolari di filiere agroalimentari: Cereal Docks Group, Conapi e Conserve Italia.

Un ricco approfondimento che affronta l’evoluzione del Gruppo, raccontandone le origini, le fasi di consolidamento e l’evoluzione intrapresa nel corso degli ultimi anni e alcuni dei principali progetti che l’hanno guidata. Dalla creazione delle filiere sostenibili con i marchi Sistema Green® e Alimento Italia® all’ingresso nel segmento del biologico intrapreso da Cereal Docks Organic fino ad arrivare alla recente trasformazione in società benefit, per perseguire, insieme allo scopo di generare profitto, anche una o più finalità di beneficio comune nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente che interagiscono con l’azienda.

Un’evoluzione che ha portato l’azienda a modificare il proprio modo di guardare il mondo e il business, creando un modello basato su paradigmi economici che possano generare maggiore valore per le comunità e l’ecosistema. Un impegno confermato anche nel Piano per la crescita aziendale al 2024, in cui la sostenibilità e l’innovazione diventano parte integrante del modello di business, per esempio allargando il portafoglio prodotti ai nuovi ambiti delle proteine innovative di origine vegetale, che consentono di valorizzare le matrici vegetali tradizionali e i loro sottoprodotti, secondo i principi dell’economia  circolare.

Dal focus su Largo Consumo traspare anche l’impegno del Gruppo per valorizzare i prodotti italiani e il lavoro dell’agricoltore, grazie al marchio Alimento Italia®, di cui parla in un’intervista Enrico Zavaglia, Trading Manager Oilseed Dept. di Cereal Docks. Con il sistema delle filiere controllate, sostenibili e certificate, di origine 100% italiana, Cereal Docks valorizza le eccellenze italiane dell’agrifood nel segno della qualità, della trasparenza, della sicurezza, della certezza dell’origine, a garanzia dell’industria di trasformazione, dei consumatori e dei nostri agricoltori.

Un esempio di come possa essere sfruttata questa filiera ‘dalla terra alla tavola’ è la collaborazione di Cereal Docks con l’Oleificio Zucchi di Cremona. Obiettivo numero uno è rendere più distintivi gli oli da semi mettendo in risalto la loro origine da una materia prima di origine nazionale e di alta qualità. Così l’expertise di Zucchi nella raffinazione degli oli alimentari valorizza il prodotto semilavorato fornito da Cereal Docks, per offrire un olio unico alle tavole dei consumatori finali.

Un’eccellenza qualitativa che comporta controlli continui lungo tutto il processo produttivo. Ne è testimone la crescita del numero di certificazioni di prodotto e di processo: dalla prima ottenuta nel 2003 si è giunti a ben 35 nel 2020. Il controllo e l’assicurazione della qualità di tutti i prodotti e le materie prime è affidato ad un’apposita funzione aziendale dedicata alle filiere sostenibili e a Cereal Docks Group Lab, il centro di eccellenza per la qualità e l’innovazione del Gruppo Cereal Docks che garantisce il monitoraggio e il controllo delle filiere sia con audit di enti terzi effettuati su aziende agricole e centri di stoccaggio (circa  700 nel 2020) sia con audit sulla qualità e sostenibilità dei processi  interni (181 nel 2020).

Clicca qui per leggere lo speciale Filiere Produttive