Logistica green: primo camion ecologico GNL

,

Cereal Docks chiama e i vettori rispondono: il primo autocarro a metano è pronto per la strada.

Dopo la recente pubblicazione del primo bilancio di sostenibilità, Cereal Docks consolida la politica intrapresa e dà il via ad un nuovo progetto di green logistic. È infatti operativo il primo autocarro a metano marchiato Cereal Docks e realizzato in partnership con il vettore Ada Trasporti di Rossano Veneto.

Per il gruppo industriale vicentino attivo nella prima trasformazione agro-alimentare, la logistica è un tassello fondamentale. L’adozione di politiche per renderla sempre più verde è quindi una scelta di campo importante.

Tra le direttrici che muovono questo impegno, è centrale quella di trasportare i cereali e i semi oleosi con mezzi il meno possibile inquinanti, a partire dalle navi e dai treni fino al trasporto su gomma, utilizzato per le distanze minori.

Ed è proprio in tema gomma l’ultima innovazione di Cereal Docks, che ha scelto di privilegiare i rapporti di collaborazione con quei vettori impegnati nella riduzione dell’impatto ambientale dei loro mezzi. Il risultato è il primo camion a metano liquido LNG personalizzato con il marchio aziendale, dato in uso al vettore Ada Trasporti in cambio dell’impegno di quest’ultimo a dotarsi di mezzi di ultima generazione.

«Il nostro impegno nella sostenibilità deve necessariamente andare oltre i cancelli dell’azienda», afferma Alexandre Galiotto, logistic manager del gruppo. «Vogliamo essere parte attiva nel favorire il cambiamento consigliando i trasportatori nella scelta dei mezzi più efficienti e aiutandoli a perseguire un modello di logistica vincente sotto ogni profilo: ambientale, sociale ed economico».

Le analisi sull’impatto ambientale indicano la strada da percorrere: a parità di kilometri e peso, con un mezzo a metano si registra una diminuzione del 95% di emissioni di PM, mentre le emissioni di C02 si riducono del 20%. Inoltre, il costo globale del ciclo di vita di un mezzo a metano (TCO, total cost of ownership) è fino al 7% più basso rispetto ad un mezzo diesel di ultima generazione.

L’autocarro alimentato a metano è quindi un altro segno tangibile della spinta innovativa del gruppo, che nei prossimi mesi sarà impegnato nella diffusione di questa best practice. Il progetto si pone l’ambizioso traguardo di coinvolgere tutti gli attori della filiera logistica, invitandoli a dotarsi di mezzi in grado di assicurare il rispetto dei più severi standard europei sulle emissioni inquinanti. Tali mezzi saranno personalizzati con il marchio Cereal Docks, a garanzia di un rapporto di collaborazione costante e duraturo tra azienda e vettore.

Aggiunge Galiotto: «Spingiamo i vettori a capire che agire in un’ottica di sostenibilità ambientale è sia un atto di responsabilità che l’occasione per restare al passo con l’evoluzione che interessa il settore trasporti. Cogliere l’opportunità di continuare ad essere competitivi con una flotta all’avanguardia, significa essere lungimiranti in termini di protezione dell’ambiente, ma vuol dire anche abbattere i costi di carburante e influenzare positivamente la propria redditività».