Dopo più di un anno e mezzo di stop forzato a causa della pandemia di covid-19, Cereal Docks Group torna finalmente a partecipare a due importanti eventi internazionali dedicati al settore del commercio di materie prime di origine agricola.

Il primo appuntamento sarà venerdì 3 settembre, a Vienna, in occasione della 14^ edizione di IDE dell’International Danube Exchange, importante appuntamento dedicato al commercio di commodity agricole, presso il meeting annuale di Donau Soja, associazione che promuove la coltivazione di soia non OGM nel bacino idrografico della regione del Danubio.

L’associazione ha ideato la certificazione volontaria Donau Soja, a cui anche Cereal Docks aderisce, le cui direttive impongono il controllo del flusso delle merci e precisi protocolli di analisi per assicurare l’assenza di OGM dal prodotto. In questo modo, la soia certificata Donau Soja garantisce ai trasformatori (mulini, produttori di mangimi, aziende produttrici di carne e latticini ma anche trasformatori di derrate alimentari a base di soia) l’origine tracciata della materia prima e il rispetto di rigorosi standard qualitativi, promuovendo qualità e valore aggiunto nell’intera filiera agroalimentare.

Il mese successivo, il 7 e 8 ottobre 2021, sarà invece la volta della 61^ edizione di ECE European Commodities Exchange di Copenhagen. Nel cuore della capitale danese si riuniranno i maggiori esperti e tutti i principali stakeholder del settore del commercio e della logistica di cereali e mangimi. Un appuntamento che da anni è il punto di riferimento per mantenere e creare nuove relazioni commerciali e una delle principali vetrine per osservare cambiamenti e nuove richieste del mercato.

Tra le principali novità presentate dal Gruppo Cereal Docks, la possibilità di offrire sul mercato europeo soia certificata RTRS (Round Table Responsible Soy), uno schema volontario basato su elevati standard di sostenibilità per garantire che la soia, sia come materia prima che come prodotti derivati, abbia origine da un processo ecologicamente corretto, socialmente responsabile ed economicamente sostenibile.

Lo standard di produzione RTRS comprende in particolare requisiti mirati al mantenimento di aree geografiche ad alto valore di conservazione, implementazione di buone pratiche agricole, condizioni di lavoro eque e rispetto dei diritti dei proprietari delle terre. Cereal Docks Group è la prima azienda italiana del settore della trasformazione delle materie prime agricole a certificare la soia importata dal Brasile come soia sostenibile. RTRS certifica infatti la responsabilità delle produzioni, dei processi e del trading di soia a livello globale, escludendo le origini «sensibili e soggette a deforestazione».

Non vediamo l’ora di tornare a incontrare i nostri partner faccia a faccia in questi due importanti eventi internazionali e presentare tutte le novità a cui il Gruppo ha lavorato nel corso degli ultimi mesi. Fissate gli appuntamenti in agenda!