Oli speciali biologici, l’opportunità di conoscerli meglio è arrivata in occasione della fiera digitale B/Open 2020, durante il webinar organizzato da Cereal Docks Organic con la partecipazione della dott.ssa Renata Alleva, ricercatrice e specialista in scienze dell’alimentazione.

In questa sede, è stato possibile comprendere meglio come i grassi alimentari, per anni demonizzati in modo indifferenziato, non siano tutti nocivi, anzi: ci sono grassi che è opportuno conoscere e rivalutare. Pensiamo per esempio a quelli contenuti in quegli oli vegetali biologici, proprio come quelli che Cereal Docks Organic produce nello stabilimento di Roverchiara.

La dott.ssa Alleva ha proseguito spiegando l’importanza dei grassi cosiddetti “essenziali”, che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare e che vanno quindi introdotti attraverso l’alimentazione.  In particolare, vanno ricordati l’acido linoleico, ricco in omega-6, e l’acido alfa-linolenico, ricco in omega-3.

Dove reperirli? Anche nei condimenti!

Tra le fonti alimentari ad alto contenuto di omega-6 e omega-3, ci sono gli “oli speciali”, molto diffusi nel Nord Europa e che pian piano stanno diventando popolari anche in Italia, grazie alla globalizzazione nonché all’aumento delle diete vegetariane e vegane, in cui c’è bisogno di integrare l’apporto di omega-3 e omega-6.

Con i loro acidi grassi, gli oli hanno diversi effetti benefici: per esempio sulla salute del nostro sistema cardiovascolare, come anche su quella del nostro intestino, dalla quale dipende il sistema immunitario. Ma bisogna fare attenzione al bilanciamento tra i grassi essenziali: sembra infatti che le diete dei paesi industrializzati si caratterizzino per un consumo troppo elevato di omega-6 rispetto agli omega-3.

Guardiamo allora agli oli ricchi in omega-3 o con un rapporto bilanciato tra omega-3 e omega-6.

Tra gli oli apprezzati per proprietà nutrizionali e benefici per la salute, troviamo l’olio di lino, costituito per oltre il 70% da acidi grassi polinsaturi, alleati della salute. Questo è l’olio che offre il più alto contenuto di acidi grassi omega-3, in particolare di acido alfa-linolenico, associato a proprietà antinfiammatorie, tanto che la sua assunzione è proposta in caso di diverse patologie, come ad esempio per contrastare il colesterolo alto.

C’è poi l’olio di camelina, che presenta un rapporto ideale tra omega-3 e omega-6 (2:1), e che essendo ricco di vitamina E e tocoferoli, è un’ottima fonte di antiossidanti. Anche sotto il profilo ambientale, la pianta ha le sue buone qualità: non richiede irrigazione, ha una forte resistenza a malattie, insetti e parassiti; inoltre, se la semina avviene ad alta densità, la camelina impedisce naturalmente lo sviluppo di piante infestanti.

Un altro olio di cui l’esperta ha illustrato le proprietà è quello di canapa, ricco di acido alfa-linolenico, acido grasso della famiglia omega-3. Anche qui troviamo un equilibrio ottimale tra omega-3 e omega-6 (3:1). Il suo effetto è positivo per contrastare diversi disturbi, tra cui quelli cardiovascolari e quelli legati al sistema osteoarticolare e muscolare.

Rispondendo alle domande del pubblico collegato, la dott.ssa Alleva ha puntato l’attenzione sull’importanza della spremitura meccanica a freddo di questi oli, rispettosa delle loro qualità e proprietà organolettiche. Inoltre, va fatta attenzione alla loro conservazione: per evitare l’irrancidimento, gli oli speciali vanno tenuti in bottiglie scure, lontano da fonti di luce e di calore. Per lo stesso motivo il loro consumo è preferibile a crudo.

In chiusura, è stato ricordato quanto la biodiversità del nostro intestino, il parametro più importante per la salute del nostro microbiota, sia strettamente collegata alla biodiversità nei campi, dove la pratica delle rotazioni colturali ampie permette una miglior gestione della fertilità biologica, fisica e chimica del suolo e la prevenzione strategica nei confronti di malerbe, di patogeni e parassiti, a beneficio dell’ambiente e della salute dell’uomo. Tutto ciò ci consente infatti di poter accedere ad una dispensa ricca di varietà diverse di oli speciali, biologici e salutari.

 

Vuoi rivedere il webinar? Clicca qui!