Anche quest’anno, Cereal Docks partecipa come corporate partner all’acceleratore del food tech entrando nel vivo di un sistema che valorizza le start up italiane ed estere per un’innovazione davvero “open”, che permette all’azienda di godere di punti di vista sempre nuovi per comprendere i nuovi trend del mercato.

Tra oltre 600 candidature, sono 9 le startup selezionate che in queste settimane stanno lavorando insieme alle aziende partner dell’acceleratore (oltre a Cereal Docks, anche Amadori, Birra Peroni e COPROB Italia Zuccheri) per definire le strategie di go-to-market, di internazionalizzazione, i piani per lo scale-up industriale e lo sviluppo dei propri prodotti. Il programma di accelerazione culminerà prossimamente con il DemoDay, evento durante il quale le startup si presenteranno ad una community di investitori portando i risultati dei propri progetti pilota.

Cereal Docks Group sta seguendo nello specifico il percorso di 3 progetti israeliani, che hanno profili coerenti con gli ambiti di ricerca già in essere in azienda: Agritask sta avendo l’opportunità di testare sui campi la sua piattaforma di gestione agronomica, un sistema agritech che agevola le operazioni delle aziende agricole migliorandone le performance in una logica di efficienza e tracciabilità; nell’ambito della ricerca di proteine alternative a quelle di derivazione animale, Innovopro sta mettendo a punto il suo concentrato di proteine a base di ceci, che ha un alto valore nutrizionale, non è OGM, non ha allergeni, ed è adatto a varie applicazioni, dalla maionese al gelato vegano; infine, Equinom si sta dedicando al suo business model. La startup sviluppa e seleziona le sementi ottimali in base alla destinazione d’uso che la materia prima agricola deve avere e del profilo nutrizionale che si vuole ottenere.