La filiera agro-alimentare è una priorità per l’Italia e l’Europa e le materie prime agricole hanno una valenza strategica. Per questo, è importante assicurare la continuità degli approvvigionamenti e la possibilità di contare su adeguate scorte allo scopo di sopperire ad eventuali carenze o difficoltà logistiche come avvenuto nel corso dell’emergenza sanitaria del Coronavirus.

Tra le misure adottate per contrastare gli effetti recessivi della pandemia c’è anche il Decreto Mipaaf del 3 aprile scorso che ha istituito il Fondo per la competitività delle filiere che stanzia 29,5 milioni di euro di contributi nel biennio 2020/2021 destinati alla valorizzazione di alcune filiere, tra cui quella della soia, delle leguminose e del mais giallo e bianco.

Il decreto competitività delle filiere estende il modello dei contratti di filiera già adottato per il grano anche a mais, legumi e soia. Per soia e leguminose sono stati destinati 9 milioni per il biennio 2020 e 2021, mentre per mais da granella (giallo e bianco) 11 milioni.

Come partner del mondo agricolo con una lunga esperienza nella promozione di filiere italiane tracciate e sostenibili, Cereal Docks dà alle aziende agricole conferenti la possibilità di aderire a contratti di filiera triennali per consentire ai produttori agricoli di accedere al contributo.

Le filiere della soia, delle leguminose e del mais giallo e bianco si adattano bene alla sottoscrizione di contratti di filiera che garantiscono una migliore stabilizzazione dei rapporti tra agricoltori e aziende trasformatrici. Per questo motivo, già dal 2013 Cereal Docks utilizza per le proprie filiere di cereali e semi oleosi lo strumento dei contratti di filiera, offrendo agli agricoltori una pronta collocazione sul mercato dei loro prodotti agricoli e la possibilità di pianificare al meglio le annate agrarie.

Cereal Docks inoltre ha investito nella creazione di filiere sostenibili con il marchio Sistema Green® in grado di garantire non solo la sostenibilità ambientale dei prodotti, ma anche quella relativa agli aspetti sociali ed economici. Questo approccio non garantisce solo la qualità e la sicurezza dei prodotti ma anche la salvaguardia del patrimonio di competenze e tradizioni dell’agricoltura italiana, tutelando le produzioni nazionali e creando valore per tutti gli attori della filiera alimentare, dall’agricoltore, all’industria di trasformazione fino al consumatore finale.

Per eventuali informazioni sui contratti di filiera e sulle filiere sostenibili, vi invitiamo a contattare i referenti Cereal Docks.