Codif: una guida per rafforzare la governance

Cereal Docks ha aderito al Codice di autodisciplina per le imprese non quotate a controllo famigliare – brevemente Codif  promosso da AIDAF, Associazione italiana delle aziende famigliari e dall’Università Bocconi.  Il Codice promuove l’adozione volontaria di un modello di governo societario evoluto e moderno, con l’obiettivo di migliorare l’efficacia dei processi decisionali interni nelle imprese a controllo famigliare.

Oltre a Cereal Docks hanno deciso di partecipare al Codif altre aziende di famiglie imprenditoriali con una grande tradizionale, come Adler Group, Chiorino, Eigenmann & Veronelli, Epta, Feralpi, Frescobaldi, Gruppo Grendi, Irinox, Lumson, Missoni, Successori Reda e Vitale Barberis Canonico – oltre a investitori come Fsi (Fondo Strategico Italiano).

Con questa iniziativa, Cereal Docks intende continuare a rafforzare il suo modello di gestione, guardando al contesto internazionale, dove in diversi Paesi Europei i Codici di Autodisciplina rappresentano già una realtà anche per le Società non quotate. I vantaggi di una buona governance sono ormai assodati: i Consigli di Amministrazione aperti migliorano le performance delle aziende a controllo famigliare, facilitano i processi di successione, aumentano le opportunità di effettuare acquisizioni, e favoriscono l’internazionalizzazione, oltre a migliorare la loro reputazione.

Si tratta di un progetto ambizioso, che intende promuovere i benefici concreti di un sistema di governance aziendale che consenta alla famiglia proprietaria di esprimere una chiara e consapevole visione imprenditoriale, confrontandosi al contempo con le migliori risorse (finanziarie, umane, manageriali) disponibili sul mercato. Ciò si può tradurre in una serie di vantaggi, tra cui la possibilità di tracciare una chiara distinzione tra proprietà personale della famiglia e patrimonio dell’impresa, stimolare processi di crescita riducendo al contempo il livello di rischio, attrarre e motivare manager non familiari di valore, preparandosi inoltre all’apertura ai mercati finanziari.

Clicca qui per leggere l’articolo di L’Economia del Corriere della Sera dedicato al Codif.