Cereal Docks Spa, con il suo stabilimento di Portogruaro (Venezia) ha ottenuto l’attestato Farm Sustainability Assessment (FSA) a livello Silver per il prodotto mais (waxy) con un progetto che ha coinvolto una filiera composta da 147 aziende agricole. 

Cereal Docks Spa è il primo Farm Management Group verificato da CSQA in Italia a fronte dello Standard FSA. Lo Standard Farm Sustainability Assessment (FSA) è stato sviluppato da SAI Platform (Sustainable Agriculture Initiative Platform), organizzazione internazionale no profit a la cui missione è lo sviluppo di pratiche agricole sostenibili attraverso la collaborazione di tutte le parti della filiera agroalimentare.

FSA consiste di 112 requisiti verificabili per l’agricoltura sostenibile che coprono aspetti sociali, ambientali, economici e gestionali ed è applicabile a tutti i prodotti vegetali coltivati.  Lo standard è rivolto ad aziende agricole singole di ogni dimensione ma anche a gruppi di produttori (Farm Management Group).

Le aziende o Farm Management Group che implementano lo standard FSA devono definire, nell’ambito del loro autocontrollo, il livello di performance Bronze, Silver o Gold. La verifica di parte terza ha l’obiettivo di verificare il livello di performance raggiunto dall’organizzazione e di confermare il performance level claim che, dopo il rilascio dell’attestato FSA da parte di CSQA (con validità triennale), può essere comunicato esternamente dall’organizzazione.

Lo standard FSA è stato concepito con un approccio business-to-business per garantire che le materie prime agricole siano prodotte in conformità a determinati requisiti. Il Claim non può essere utilizzato sul prodotto finito destinato al consumatore finale, ma si presta ad essere comunicato attraverso, ad esempio, siti internet e canali social media oppure comunicato al cliente che richiede materie prime verificate FSA.

“Siamo molto orgogliosi per questo risultato – commenta Antonio Canzian direttore dello stabilimento Cereal Docks di Portogruaro – che conferma un impegno ormai decennale. Dal 2012, Cereal Docks ha puntato sulla creazione di filiere certificate 100% italiane e sostenibili di cereali e semi oleosi (soia, colza, mais bianco e girasole). L’azienda si è dotata di una funzione dedicata alla sostenibilità che ha il compito di implementare un sistema di certificazioni verificato e garantito tramite audit interni e di enti terzi, rispondenti alle richieste dei clienti. In questo modo, Cereal Docks interpreta i bisogni del mercato agroalimentare sia nazionale che internazionale, che richiede sempre più prodotti tracciati, sostenibili a 360° e di alta qualità”.

Sostenibilità ambientale, economica, sociale

Cereal Docks ha sviluppato il marchio SISTEMA GREEN® per identificare il proprio sistema di filiere agroalimentari certificate di soia, girasole, mais bianco, colza e derivati.  Coinvolgendo tutti gli attori della filiera, dall’agricoltore al capo filiera, dai centri di raccolta, essiccazione, stoccaggio e analisi fino all’utilizzatore finale, SISTEMA GREEN® assicura non solo la sostenibilità ambientale dei prodotti, ma anche quella relativa agli aspetti sociali ed economici.

Il sistema garantisce la nazionalità del prodotto, l’assenza di OGM, il controllo delle emissioni di gas effetto serra, assicurando la certezza di collocazione delle materie prime agricole, il rispetto degli obblighi di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e stipendi in linea con i contratti nazionali.

Le aziende agricole aderenti sono identificate nel Portale della Sostenibilità, dove sono inseriti tutti i documenti attestanti la sostenibilità delle colture, dei terreni e dell’azienda agricola.

Valorizzare l’agricoltura italiana

Per garantire la qualità, la sicurezza e la tracciabilità delle filiere e soprattutto per valorizzazione i prodotti delle filiere sostenibili agli occhi dell’industria cliente e dei consumatori, Cereal Docks ha inoltre ideato il marchio Alimento Italia®. Alla base del progetto ALIMENTO ITALIA® c’è la consapevolezza che ingredienti provenienti da filiere corte, controllate e certificate sono fondamentali per la qualità dei cibi che vengono portati alla tavola dei consumatori.

Il marchio nasce non solo per garantire la qualità dell’alimentazione, ma anche per salvaguardare il patrimonio di competenze e tradizioni dell’agricoltura italiana, per tutelare le produzioni nazionali e per creare valore per tutti gli attori della filiera alimentare, dall’agricoltore, all’industria di trasformazione fino al consumatore finale.

 

Leggi l’articolo pubblicato su Il Giornale di Vicenza
Leggi l’articolo pubblicato su Il Gazzettino Venezia e Mestre
Leggi l’articolo pubblicato su Agricoltura.it