L’AAIC – Association for the advancement of industrial crops, associazione internazionale senza scopo di lucro istituita per incoraggiare e promuovere le attività di ricerca educativa e scientifica sulle colture industriali e sui prodotti derivati, ha organizzato il proprio incontro annuale dal 5 al 9 settembre, presso il Dipartimento di scienze e tecnologie agro-alimentari dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna (DISTAL – Viale G. Fanin 44, 40137 Bologna).

L’incontro annuale dell’AAIC viene solitamente organizzato negli Stati Uniti e fino ad ora si è tenuto solo due volte in Europa. Il titolo dell’edizione di quest’anno è “Industrial crops and products unlocking the potential of bioeconomy” e sarà l’occasione per fare il punto sugli avanzamenti della ricerca scientifica e dell’innovazione con alcuni dei principali scienziati che operano negli ambiti dell’agronomia, dell’allevamento, della produzione e dell’engineering dei processi relativo a prodotti industriali derivati da colture agricole.

Le colture industriali, cioè quelle colture non specificamente utilizzate per applicazioni alimentari o mangimi, saranno al centro degli interventi scientifici nel corso dell’incontro. In particolare, saranno esaminate alcune delle prospettive più interessanti per questo tipo di materie prime e prodotti derivati, utilizzati in diverse industrie, come amido, oli, fibre, energia, principi attivi, metaboliti secondari e gomma.

Tra i numerosi ospiti che parteciperanno al meeting ci sarà anche Giacomo Fanin, Group Business Development Manager di Cereal Docks, che nella giornata di lunedì 6 settembre alle ore 15.20 terrà un intervento dal titolo: “General prospective and potential opportunities of non-food crops in Italy from one national agribusiness leader, Cereal Docks case”. Nel corso della presentazione saranno approfondite prospettive e opportunità in Italia di alcune colture non destinate al consumo alimentare, portando in particolare alcuni esempi concreti di applicazioni in ambito industriale degli oli vegetali portate avanti dal Gruppo Cereal Docks.