Filiere certificate

Filiere certificate -

Il Centro Qualità Cereal Docks svolge un attento e continuo monitoraggio lungo tutta la catena produttiva per verificare la trasparenza nei passaggi dal produttore agricolo alle strutture di stoccaggio, dai mangimifici alle industrie alimentari. Il Centro Qualità garantisce la tracciabilità di filiera, cioé certifica la qualità di tutte le fasi produttive e garantisce l’assenza di organismi geneticamente modificati (OGM FREE). Le analisi interessano tutti i prodotti, dai semi all'olio grezzo, farine e lecitine, dagli oli raffinati al biodiesel, dal grano al mais.

Progetto Cereali Sicuri

Il progetto "Cereali Sicuri”, promosso da Cereal Docks dal 2001, garantisce la sicurezza alimentare considerando tutti gli aspetti della filiera come un unico processo a partire dalla produzione primaria fino ad arrivare al consumatore finale. Si tratta di un costante monitoraggio sulla presenza di micotossine nelle cariossidi del mais, che possono svilupparsi sia nella fase di coltivazione, trasferimento, trasformazione e stoccaggio e della conferma dell'assenza degli OGM.

Certificazioni

La cultura della qualità diffusa a tutti i livelli da Cereal Docks è avvalorata dalle certificazioni di prodotto e impianto. Nel corso degli anni Cereal Docks ha ottenuto le seguenti certificazioni:

ISO9001: certificazione di sistema che organizza e definisce tramite procedure, istruzioni e registrazioni la gestione dell’intero processo produttivo in uso all’azienda, con l’obiettivo di migliorare continuamente le performance di produzione e di servizio al cliente, e di fornire con continuità prodotti che sono in conformità con i requisiti statutari e regolamentari applicabili. Cereal Docks S.p.A. ha aderito a tale schema sin dal 2003.

ISO22000: la certificazione ISO 22000 "Food Safety Management Systems Requirements" è uno standard volontario per la certificazione di sistemi di gestione della sicurezza in campo alimentare, al quale Cereal Docks S.p.A. ha aderito sin dal 2012 al fine di garantire l’impegno verso una gestione attenta dei rischi superando l’approccio retroattivo del controllo qualità e di avere invece un approccio preventivo.

ISO 22005: certificazione di prodotto che garantisce l’origine nazionale della lecitina di soia. Il prodotto finito deriva da lecitina di soia grezza certificata per l’origine nazionale del seme. Il mantenimento del requisito “origine nazionale” viene garantito lungo tutta la filiera produttiva fino alla comunicazione al cliente. Cereal Docks ha aderito a questa norma per tutta la filiera soia nazionale (dal 2014), del mais bianco (dal 2015) e del girasole sostenibile (dal 2015) dalla fase di coltivazione in Italia fino alla fase di spedizione del prodotto finito al cliente.

KOSHER: certificazione di sistema che garantisce il rispetto degli standard di qualità e sicurezza con particolare attenzione alle esigenze di consumatori appartenenti alla comunità ebraica.

GMP+: il certificato GMP+ assicura un’ulteriore garanzia qualitativa per ogni imprenditore coinvolto nella Feed Industry internazionale. Il marchio di qualità del GMP+ International assicura che l’azienda partecipante garantisca affidabilità, qualità, sostenibilità e sicurezza, il che significa che tutti gli standard dell’industria mangimistica cogenti, sia nazionali che internazionali, vengono rispettati.
Da Giugno 2015 lo stabilimento Cereal Docks S.p.a. di Camisano Vicentino e da maggio 2016 lo stabilimento Cereal Docks Marghera hanno ottenuto questo importante riconoscimento che conferma gli alti standard qualitativi dei prodotti e dei servizi del gruppo.

QS: l’assicurazione qualità costruisce fiducia nel valore della supply chain e tra i consumatori. Attraverso l’esibizione del logo QS, l’azienda dimostra che produce e commercializza i propri prodotti esclusivamente in accordo con i requisiti dello schema QS “from farm to fork”. Per i consumatori, il logo blu del QS rappresenta un simbolo di prodotti (carne bovina, suina, avicola e insaccati) freschi e di qualità certificata. Solo i prodotti che sono passati attraverso tutti gli step della catena QS possono essere etichettati con il suo logo, ed è per questo che da gennaio 2015 lo stabilimento Cereal Docks S.p.A. di Portogruaro ha ottenuto la certificazione QS.

DTP 112: è lo standard volontario per Cereali e Proteoleaginose sostenibili applicato a soia, girasole e mais bianco. Esso è il risultato dello sviluppo di un processo con diversi stakeholder che ha coinvolto aziende e rappresentanti del mondo agricolo e del mondo dell'industria italiana. L'esigenza di questo standard nasce dalla volontà di produrre cereali, proteoleaginose e loro derivati al meglio delle pratiche conosciute per garantire un prodotto sostenibile nell'accezione più ambia del termine.
Il valore aggiunto di questo standard consiste nell'approccio alla sostenibilità secondo la definizione che ne viene data con il Trattato di Amsterdam del 1997 con cui l’Unione Europea sancisce istituzionalmente i tre pilastri della sostenibilità nel cosiddetto “Modello dei tre pilastri della sostenibilità”: economico, capacità di generare reddito e lavoro; ambientale, capacità di mantenere qualità e riproducibilità delle risorse naturali; sociale, capacità di garantire condizioni di benessere umano (i diritti umani, le pratiche di lavoro, le pratiche operative leali, tutela dei consumatori, coinvolgimento e lo sviluppo della comunità).

DTP 030: Il valore aggiunto di questa certificazione volontaria consiste nel definire i limiti di accettabilità di Organismi Geneticamente Modificati (OGM) su alimenti destinati al consumo umano e al consumo animale più restrittivi (o equivalenti nel caso di alimenti zootecnici) rispetto a quelli previsti dalla normativa vigente in materia di OGM. Sin dal 2014 Cereal Docks ha aderito a questa norma per il seme di soia e i suoi derivati.

DONAU SOJA: certificazione di prodotto che garantisce l’origine Europea del seme di soia e dei suoi derivati e che ha lo scopo di promuovere la coltivazione di Soia NON-OGM in Europa.

 

2BSVS – Biomass Biofuels Sustainability, Voluntary Scheme: è uno schema di certificazione per la sostenibilità dei biocarburanti. Nasce come strumento atto a mantenere su tutta la filiera produttiva la sostenibilità dei bioliquidi e dei biocombustibili.